Attenzione. Oggi le news dicono che ci sono 200 e passa morti per Covid, un po’ più di ieri. L’R è cresciuto a…
È una statistica di morte, tutti i giorni che Dio manda sulla terra, da 5 mesi a questa parte.
Ci sono persone che stanno perdendo il senno. 
Non voglio discutere se si tratta di allarmismo giustificato; ammettiamo che lo sia. Ma potrà mai essere sana questo tipo d’ informazione? E soprattutto, a chi giova? 
La giustificazione di dover mantenere una giusta attenzione nell’interesse di tutti, non regge. Se fosse vero, perché non contiuare così per sempre, dando il numero giornaliero di morti per incidenti stradali, per incidenti domestici, per incidenti sul lavoro, per influenza stagionale, per infarto,.. Facendo una classifica delle morti più probabili. Una gara tra le regioni con meno morti.
A me sembra che siamo impazziti. Neanche durante una guerra si da la conta giornaliera dei morti. 
Abbiamo avviato una statistica di morte giornaliera per creare una generazione di terrorizzati dalla loro stessa  ombra.
Passivi, insicuri, docili nel farsi proteggere in tutto e per tutto dallo stato, un organismo buono che potrà adottare qualunque provvedimento ordinario e straordinario a tutela della nostra salute. Anche imprigionandoci, anche eliminando fisicamente le minacce. E tutti, muti. 
Un inferno in terra. 

Enemy of the State

by Autori Vari

Questa rubrica raccoglie voci critiche all’espansione statale e alla progressiva sempre maggiore invadenza nelle nostre vite con conseguente restrizioni dei diritti diritti e delle libertà. La rubrica si ispira alla figura del filosofo Murray Newton Rothbard, the “Enemy of the State” per eccellenza.

Autori Vari

Share This

Share This

Share this post with your friends!

%d bloggers like this: