Ieri, Draghi ha lanciato il suo secondo “Whatever it takes” per salvare l’Italia. Ha preso atto della non esistenza di una classe politica capace ed ha capito che l’unica soluzione è accelerare sull’Unione Fiscale Europea. Il recovery plan non sarà un atto unico ma l’inizio per un Unione in cui tutto, anche la gestione della spesa, sarà centralizzato. Siamo un paese pieno di debiti e con un consiglio di amministrazione pieno di incapaci.L’unica soluzione è portare i libri alla banca (EU) che si occuperà di gestire e risanare azienda e debito. Sarebbe impensabile sia un default che una cancellazione del debito Pubblico per cui l’unica soluzione è di passare la mano a un risanatore di azienda. La Germania dal 2008 al 2019 ha portato il suo debito/PIl da 100 a 60%. I nostri politici da nani e ballerine passeranno a essere giullari di corte.
(Giuseppe Distefano)

Share This

Share This

Share this post with your friends!