Il pastore protestante eletto fra i Democratici che dice Awoman oltre che Amen è solo l’ultimo della serie di bestialità del femminismo rivoluzionario di questo inizio 2021. Bestialità che denotano ignoranza, prima ancora che fanatismo. Prima c’è la petizione nel Regno Unito per censurare Grease (sì, il film con John Travolta di 40 anni fa) perché sessista e razzista, poi l’appello a Oxford per eliminare Omero e Virgilio dai programmi di letteratura classica (in quanto razzisti e sessisti… quindi eliminiamo tutta la letteratura pre-XX Secolo, a questo punto). E questo in meno di una settimana, solo fra gli esempi che hanno fatto notizia. L’idea di fare una rivoluzione cambiando la lingua non è nuova. Ma la possibilità di fare una rivoluzione è molto bassa, a meno che non prendano il potere con la forza, mentre la reazione sarà certamente durissima. Temo che, andando avanti di questo passo, la reazione al femminismo rivoluzionario sarà un reflusso talebano, anche in Occidente. Sotto il Tuo occhio!

L’Oggettivista Devoto

by Stefano Magni

La lista

Nella lista dei sottosegretari troviamo democristiani e comunisti, atei e cattolici, atlantisti e...

read more

No war

Visto che il clima politico, sanitario ed economico si sta surriscaldando oltre le soglie di...

read more

Giornalista, saggista. Laureato in Scienze Politiche all’Università degli Studi di Pavia.

Una volta che si è tolta la verità all’uomo, è pura illusione pretender di renderlo libero. Verità e libertà, infatti o si congiungono insieme o insieme miseramente periscono. (San Giovanni Paolo II)

Stefano Magni

Share This

Share This

Share this post with your friends!