22 – L’uomo che agisce

da “L’Azione Umana” di Ludwig von Mises, 1949, pag. 57 – 58 L’azione umana è comportamento intenzionale. Possiamo anche dire: l’azione è volontà mobilitata e posta in atto. Il suo tendere a scopi e fini è la risposta dotata di senso...

21 – Condanna morale del capitalismo

da “La mentalità anticapitalistica” di Ludwig von Mises, 1956, pag. 28 I nemici del capitalismo, conservatori e progressisti, dissentono riguardo alla valutazione dei vecchi standard. Essi concordano però pienamente nel condannare i modelli della società...

20 – Concetto di progresso

da L’Azione Umana di Ludwig von Mises, 1949, pag. 235 Il concetto di progresso e di regresso ha senso soltanto all’interno di un sistema teleologico di pensiero. In tale schema, è ragionevole chiamare progresso l’avvicinamento allo scopo a cui si...

19 – La presunzione della conoscenza

Di Friedrich von Hayek, discorso di accettazione del Premio Nobel per l’Economia, 1974 L’occasione particolare di questa conferenza, insieme al principale problema pratico che gli economisti devono affrontare oggi, ha reso la scelta del suo soggetto quasi...

18 – Il complesso di Fourier

Da “Liberalismo” di Ludwig von Mises, 1927, pagine 42-44 Forse neanche una persona su un milione raggiunge nella vita le mete cui ha aspirato. Il successo, persino per chi è baciato dalla fortuna, è sempre di gran lunga inferiore alla realtà che gli ambiziosi sogni...

17 – L’abuso della ragione

da “L’ordine senza piano” di Lorenzo Infantino, 2011, pagine 17-18 Molte istituzioni sociali sono cioè nate inintenzionalmente, senza la progettazione di alcuno. E tuttavia l’avanzata della modernità si è sovente accompagnata a una presunzione di onnipotenza. Si è...