Fino al 7 settembre il governo dispone:
– è fatto obbligo dalle 18 alle 6 di usare protezioni per le vie respiratorie anche all’aperto, negli spazi di pertinenza dei luoghi e locali aperti al pubblico nonché negli spazi pubblici (piazze, vie ecc) ove per le caratteristiche fisiche sia più agevole il formarsi di assembramenti anche di natura spontanea e/o occasionale.

È ripartita, come previsto, l’offensiva del governo più pericoloso della storia per i produttori di ricchezza (tax payer), per i risparmiatori e per i giovani.

Lo schema è sempre lo stesso, prendersela con i cittadini, dire che sono irresponsabili, che con il loro comportamento vanificheranno gli sforzi che sono stati compiuti (da loro stessi), e emettere provvedimenti repressivi a caso, per far vedere che loro sono invece responsabili.

La pandemia è la loro ultima chance, deve rientrare nella loro narrazione, che ci siano o meno i morti. Hanno bisogno dei soldi dell’europa per non saltare e di tenere al guinzaglio i dissidenti. Non consentiranno per nessun motivo che l’emergenza cali. E così, dopo la pandemia con i morti, siamo passati alla pandemia degli asintomatici, la più grave mai vista.
E se gli immigrati sono positivi, ben vengano gli immigrati, alzano la media dei positivi, salvo poi prendersela con i soliti ragazzi irresponsabili che vanno in discoteca. Tra poco inizieranno nuovamente a fioccare le multe per i runner, per chi va a fare la spesa in due, per chi non ha la mascherina alle 18:02. Male non fah, è un benefit collaterale del sistema, si fa cassa.

No, non si deve andare in discoteca, non devono essere consentiti spazi di socialità pubblica. Certo, nelle ville con piscina o nelle barche i controlli sono più difficili, ma pazienza, in fondo questi spazi privati ormai possono permetterseli solo la casta statalista, parlamentari, giudici, burocrati e i loro amici, che devono pure svagarsi un attimo dopo tutti i sacrifici che hanno fatto.

E soprattutto l’emergenza non può calare perché i cittadini non devono avere la possibilità di protestare. Devono avere la museruola sanitaria. È un copione già scritto, che stupisce solo gli ingenui.

Va bene, continuate pure così. Tanto il giochino non funzionerà ancora a lungo. Sfuggire alle vostre responsabilità con l’emergenza è la vostra ultime strategia, avete esaurito tutte le altre.
Il paese in ginocchio e senza lavoro e una generazione a cui avete negato il futuro (e su cui volete pure scaricare le colpe),  prima o poi si infiammerà.
Cominciate a correre.

Enemy of the State

by Autori Vari

Questa rubrica raccoglie voci critiche all’espansione statale e alla progressiva sempre maggiore invadenza nelle nostre vite con conseguente restrizioni dei diritti diritti e delle libertà. La rubrica si ispira alla figura del filosofo Murray Newton Rothbard, the “Enemy of the State” per eccellenza.

Autori Vari

Share This

Share This

Share this post with your friends!

%d bloggers like this: