Questo Lunedì sera ho fatto una piacevole chiacchierata con Francesco Carbone de “Il Truffone” su un libro che ho tradotto insieme ad Istituto Liberale:  Free Private Cities, quando i governi competono per te.

La visione dell’autore Titus Gebel è semplice quanto pionieristica: se il meccanismo della concorrenza genera un circolo virtuoso nel mercato, potrebbe produrre esito positivo anche nella governance di un territorio. Ecco che nasce l’idea di Free Private City, ovvero una Città-Stato governata da un vero e proprio provider di servizi privato che interagisce contrattualmente con i cittadini.

Questo progetto si terrebbe in piedi da solo grazie ad un canone annuale personalizzato in base alle prestazioni richieste, versato dai cittadini che usufruiscono del servizio. L’obiettivo dell’Agenzia di Governance sarebbe quindi quello di fornire servizi di qualità a prezzo di mercato e costruire un Framework dove la vita privata, il lavoro e il tempo libero di ognuno sono tutelati in base ai principi della convivenza civile e dove il governo si riserva di essere il meno invadente possibile.

Assomiglierebbe molto all’impostazione classica di uno stato-nazione occidentale, ma c’è un elemento che contraddistingue la FPC da uno stato qualunque: la volontarietà dell’appartenenza alla FPC e la trasparenza delle operazioni di governo. La tassazione non può essere imposta, il costo del canone annuale dipende unicamente dalla richiesta da parte del cliente, non più semplice taxpayer, di determinati servizi, nessuno dei quali è obbligatorio, il cui prezzo di erogazione è direttamente connesso al canone. Il governo non può gestire l’inflazione monetaria perché non è riconosciuta alcuna autorità di Banca Centrale e i tipi di valuta accettati da lavoratori e aziende della FPC sono interamente discrezionali.

Ma quali tipi diversi di FPC potrebbero sorgere? Quali sarebbero i presupposti geopolitici e i fattori che potrebbero portare al successo o al fallimento di questo progetto? Quali le obiezioni? Sono alcune delle questioni a cui io e Francesco ci dedichiamo. Il sito web di FPC risponde a numerose ovvie perplessità che potrebbero sorgere in seno all’argomento, consiglio vivamente di leggere il libro per capire veramente il progetto.

Link al Podcasthttps://iltruffone.com/it169-un-innovativo-modello-imprenditoriale-e-di-liberta/

Link al sito web di FPChttps://www.freeprivatecities.com/it/

Link al libro acquistabile da Amazonhttps://www.amazon.it/Free-Private-Cities-Governi-competono-ebook/dp/B08663KQHM/

 

Coordinatore nazionale giovanile di Forza Guardiana.

Alessandro Sforza

Coordinatore sezione Politica

Share This

Share This

Share this post with your friends!

%d bloggers like this: