Il governo della trasparenza, a metà tra un quadro di Isgrò e avanspettacolo partenopeo.
Desecretati solo 5 verbali su enne (e per questi 5 dobbiamo ringraziare la Fondazione Einaudi, che li ha costretti a farlo) da cui emerge il decisionismo del nostro avvocato del popolo, che, da bravo uomo solo al comando, sembra aver voluto superare in prudenza sanitaria le stesse raccomandazioni del suo comitato tecnico scientifico che suggeriva un lockdown differenziato.
Ma sì, avrà detto con il fido Speranza, teniamoli tutti a casa, “punto, due punti, fai vedere che abbondiamo, abbundantis abbundandum”, che “quest’anno c’è stato una grande moria delle vacche, come voi ben sapete,..”, per cui consentiamo questo, permettiamo quello,..
Non sarà troppo dura per le partite iva? Ma no, diamogli 600 euro, in fondo “questa moneta servono che voi vi consolate dai dispiacere che avreta..”.
Alla fine però, come in un quadro di Isgrò, tra le righe dei verbali desecretati appare una scritta, un messaggio nascosto per tutti noi,  “E’ questa la vita che vogliamo veramente?”.

Enemy of the State

by Autori Vari

Questa rubrica raccoglie voci critiche all’espansione statale e alla progressiva sempre maggiore invadenza nelle nostre vite con conseguente restrizioni dei diritti diritti e delle libertà. La rubrica si ispira alla figura del filosofo Murray Newton Rothbard, the “Enemy of the State” per eccellenza.

Autori Vari

Share This

Share This

Share this post with your friends!

%d bloggers like this: