Tutti sanno che il record dei fondi europei persi per mancanza di piani di utilizzo spetta al nostro Sud, miliardi di euro pronti  per essere eraogati, evaporati a fronte di progetti che non sono mai stati elaborati e presentati per l’approvazione. Non deve sorprendere. Siccome la visione dei governanti italici di una provincia, una regione una comunità montana, un consorzio etc. è zero, gli unici soldi su cui possono mettere le mani servono per comprare voti, arricchirsi e arricchire gli amichetti e sono quelli delle tasse. Essendo l’Italia unita diventata un grande meridione d’Europa, meridione che va da Sondrio a Siracusa, è assai probabile che di tutti i quattrini che fanno gocciolare le fauci di politici e amichetti, non vedremo un centesimo, magari qualche spicciolo ma non di più. Se avessero pensato che l’Italia si salvava con le riforme, le avrebbero già avviate da tempo, invece ci ritroviamo un programma di nazionalizzazioni degno della peggiore IRI., Alitalia, Autostrade, ILVA e Zingaretti prefigura TIM e Open Fiber. Una stagione di serietà e morigeratezza non la vogliono gli italiani e non la vogliono i governanti. Tutto quadra. Avanti con lo sterminio di imprese e P.IVA, finchè c’è ancora qualcosa da mungere.

La stanza del garga

by Mauro Gargaglione

Cambio le mie idee molto spesso, mi succede ogni volta che capisco qualcosa in più (Autore: me)

Mauro Gargaglione

Share This

Share This

Share this post with your friends!

%d bloggers like this: