KIWI, BEWARE!

Il belpaese

di Alessandro Prignacchi Parto con delle banalità scontate, che in realtà non sono poi così scontate.La penisola italica è il luogo migliore in cui vivere, tutto è relativamente vicino, mari, laghi, montagne, luoghi ineguagliabili per la loro bellezza. Il patrimonio...

Il nazismo era anticapitalista

di Stefano Magni e Guglielmo Piombini   In questa rivista nazista (no, non è una reductio ad Hitlerum, è proprio una rivista nazista, Signal, di inizio 1945) si trovano tutti gli argomenti anticapitalisti che dominano tuttora il dibattito sul Recovery Plan. In...

Il crollo della California

di Joel Kotkin - traduzione di Elena Vigliano Una volta visto come il paradiso dei progressisti, lo stato sta andando alla deriva verso un nuovo tipo di feudalesimo Un nuovo feudalesimo sta dilagando nel Golden State. Se si esplorassero i luoghi più benedetti della...

Lavorare per il “dopo Draghi”, fare rinascere le comunità

di Carlo Lottieri (pubblicato su Nuova Costituente) Esce di scena Giuseppe Conte, venuto dal nulla e lì destinato a ritornare, ed appare Mario Draghi, da tutti presentato come la principale risorsa della Repubblica. L’Italia è abituata a vivere entro crisi di varia...

Il fallimento del liberalismo nell’epoca del trionfo dello stato

Oggi il nostro editoriale sarà un eccezionale documento video, la lectio magistralis tenuta a Piacenza nel corso del Festival della cultura e della libertà dal Prof. Marco Bassani. Il prof. Bassani ci ricorda i fallimenti del liberalismo ai fini della salvaguardia...

Giornata della memoria: un monito anche per la sinistra

di Stefano Magni La Giornata della Memoria, oggi, è diventata una liturgia stanca, si perde il senso di quel che celebra, politicamente parlando, in perfetta malafede, è l'occasione annuale in cui la sinistra predica la sua superiorità morale alla destra. Perde di...

Quale democrazia?

di Rivo Cortonesi La democrazia, quale sistema di partecipazione alla vita e alle scelte di una comunità, nasce dall’esigenza di dare una risposta non violenta alle tensioni e alle divergenze di opinione che possano manifestarsi tra i cittadini. Ma è proprio cosi?...

Lo stato di eversione permanente

di Alfredo Morosetti Molti credo si stiano domandando cosa sta accadendo, non qui o là, ossia fra Nocera Superiore e Nocera Inferiore, non adesso prima o poi, ma da ormai in modo continuo da tre secoli e in tutto il mondo politico e sociale soggetto al pensiero...

100 anni di comunismo: sia maledetto

Sia maledetto il comunismo: la più aberrante macchina di atrocità mai congegnata di Alan Charles Kors, traduzione di Cristian Merlo L’Olocausto comunista avrebbe dovuto generare una fioritura nell’arte occidentale, e un’esplosione di testimonianze e di coinvolgimento...

Una guerra privata (del diritto)

di Paolo Bardicchia Nella Storia non era mai avvenuto quello che stiamo vedendo in queste ore.Compagnie private che combattono una guerra palese senza il mandato di uno Stato, ed anzi contro il Capo del loro stesso Stato.Quella di Facebook, Twitter e Google contro...

Social juice

Ieri, Draghi ha lanciato il suo secondo “Whatever it takes” per salvare l’Italia. Ha preso atto della non esistenza di una classe politica capace ed ha capito che l’unica soluzione è accelerare...

read more

La sinistra in Italia non si è liberata del comunismo. La prova? Leggere, ieri, i commenti sulla Giorno del Ricordo. Se ci fosse stata unanimità, almeno ieri, mi sarei messo l'animo in pace e avrei...

read more
La notizia del giorno 23/02/2021

La notizia del giorno 23/02/2021

Ogni giorno una notizia e un commento   La notizia: Facebook ripristina le news dopo l'accordo con il governo australiano    AGI - Facebook revocherà "nei prossimi giorni" il blocco delle pagine di news in Australia, dopo che il governo ha accettato di emendare la legge con cui intende richiedere ai giganti del web di pagare i media per la condivisione dei loro contenuti giornalistici. Il ministro delle Finanze, Josh Frydenberg e Facebook hanno annunciato di aver raggiunto un compromesso su aspetti chiave della legge, fortemente contrastata dalla società di Mark Zuckerberg.     "Come risultato di questi cambiamenti", ha riferito Will Easton, direttore generale di Facebook Australia, "possiamo ora lavorare a nostri investimenti futuri nel giornalismo di interesse pubblico e ripristinare le news su Facebook per gli australiani, nei prossimi giorni".   Il social media si era attirato un coro di critiche internazionali, la settimana scorsa, per la decisione di bloccare la...

read more

Editoriale

Il nazismo era anticapitalista

Il nazismo era anticapitalista

di Stefano Magni e Guglielmo Piombini   In questa rivista nazista (no, non è una reductio ad Hitlerum, è proprio una rivista nazista, Signal, di inizio 1945) si trovano tutti gli argomenti anticapitalisti che dominano tuttora il dibattito sul Recovery Plan. In pratica, portando ad esempio la piena occupazione della Germania nazista negli anni 30, si chiede allo Stato di creare posti di lavoro e iniettare denaro circolante per alimentare i consumi e dunque avviare un effetto volano. I Paesi “capitalisti” (che in realtà in quegli anni facevano la stessa cosa, a partire dal New Deal di Roosevelt) sono accusati di cinismo. La tesi è che abbiano ridotto la disoccupazione solo grazie alla guerra (vero), ma dopo la guerra sarebbero tornati ad avere tassi di disoccupazione maggiori (falso). Curioso, comunque, che l’hitlerismo proposto e il rooseveltismo sotto accusa fossero sostanzialmente identici. E purtroppo anche le ricetto dell’Ue odierna sono simili. Cambiano gli slogan, ma il green new deal è come il new deal. Che poi siano sistemi che facilitano brutti effetti politici collaterali, fino all’espansione e alla guerra, non è facile da capire, ne’ da spiegare. Stefano Magni   Lo storico Rainer Zitelmann, dopo aver analizzato attentamente tutte le dichiarazioni registrate di Hitler, è arrivato alla conclusione che nei ragionamenti del dittatore le ideologie anticapitaliste e socialiste avevano giocato un ruolo molto più grande di quanto si fosse ipotizzato in precedenza. A differenza di altri storici, Zitelmann ha messo chiaramente in luce la natura socialista del regime hitleriano: «Il progressivo e sistematico assoggettamento dei diversi ambiti dell’economia al controllo dello Stato era in linea con il postulato ideologico hitleriano del “primato della politica” e con la convinzione delle necessità di superamento del sistema economico fondato sul capitalismo privato. Il “nuovo piano” elaborato nel 1934 ebbe come conseguenza il controllo diretto e completo...

read more

I suoi insulti fanno schifo

L’Università di Siena paga lo stipendio a un tal professor Giovanni Gozzini che in radio dà della “vacca, scrofa, rana dalla bocca larga ” a Giorgia Meloni.Caro Gozzini dall’alto del suo titolo di professore riesce a dimostrarci che uomo piccolo sia. I suoi insulti...

Il governo degli ignoranti

Facebook è uno strumento meraviglioso, e non ci stancheremo mai di ringraziare il dott. Zuckerberg per avercelo messo a disposizione, in modo da consentirci di conoscere tanta gente nuova e interessante, con cui prendere iniziative e intrattenere rapporti: alcuni...

Transizione ecologica

L'ecologia si basa sul seguente assunto: il "pianeta" si sta riscaldando, farà più caldo di 1 grado fra 100 anni, il tutto è dovuto all'anidride carbonica. L'anidride carbonica la producono solo le nazioni ricche e sviluppate, non formalmente comuniste. Queste ultime,...

Quel signore era … 2

Il piccolo Cristiano Ronaldo andava matto per il calcio ma era tutto tranne che un talento. Un giorno, uno dei tanti che rimaneva in panchina senza giocare neanche un minuto, dopo che le squadre erano uscite, rimase da solo a tirare palloni verso la porta vuota. Le...

Dai su, fatela una battuta sessista..

Dai su, fatela una battuta sessista sulla Carfagna o sull’altezza di Brunetta.Potete rispolverare quelle vecchie. Non fate nemmeno troppa fatica.Le battute sulla statura di Brunetta sono da bulletti ignorantelli di seconda media, e questo perché ridere della bassezza...

Lo stato va ridotto: servono maggioranze concorrenti.

Non c'è nulla da fare. Se si vogliono sottrarre importantissimi settori della convivenza civile alle scelte della cattiva politica, occorre impedire alla politica di occuparsene. Sperare in una classe politica pura e onesta è un'ingenuità che da Platone in avanti ha...

Una metafora

A proposito dei termini corretti da usare in politica. Ve lo spiego con una metafora.Un uomo va al bancone del supermercato dove si vendono salumi e carne e chiede: "Vorrei un etto di prosciutto crudo". E il salumiere, senza fare una piega, gli dà un etto di trippa....

Dacci una gioia

Non si direbbe che la dissennata politica dei lockdown, la cui utilità non è mai stata dimostrata scientificamente, sia conforme al progetto di rilancio economico di Draghi, giusto?E allora facci un regalo, hai tenuto Speranza, e lo capisco, ma ora dai un calcio nel...

Storie di guerra

Ieri, la mia più cara amica da una vita (in realtà è come se fossimo al tempo stesso fratelli ed ex amanti perduti nelle avversità), mi chiama e mi mette al corrente che il papà è scomparso da una settimana e quando dice scomparso, non intende morto ma sparito nel...

Lettera a Mario Draghi

Chiarissimo ProfessoreMario DraghiPresidente del Consiglio IncaricatoROMA Gentile Professore,anche noi del Partito Libertario intendiamo prendere parte, con questa forma, alle consultazioni per la formazione del nuovo governo, offrendo il presente contributo.Anzitutto...

La mia scommessa politica

La mia scommessa é stata quella di trovare una proposta politica che fosse totalmente coerente con l'etica libertaria che è alla base del mio pensiero e delle mie azioni. Credo di esserci riuscito, ma va spiegato bene. Innanzitutto va detto che non c'è nulla di male a non sposare la traduzione politica anarchica di un'etica libertaria. Anzi lo sbocco politico anarchico della filosofia libertaria - che prevede per capirci la dissoluzione dello stato -, lo considero velleitario e irrealistico. Si può convintamente essere liberali, credere nel libero mercato, nella proprietà privata, in un...

read more

No Results Found

The page you requested could not be found. Try refining your search, or use the navigation above to locate the post.

Storie di ignoranza economica: i deflazionisti

Ebbene sì, nonostante la monumentale stampa di denaro vista sinora e la percezione da parte degli individui riguardo le spese giornaliere, ci sono opinionisti e giornali che parlano di deflazione. Non importa anche se l'indice dei prezzi al consumo non ha visto una discesa negli ultimi 25 anni (ma anche di più), no, ciò che conta è una variazione mensile che viene rappresentata come un modello per l'intera società. I deflazionisti non comprendono questi fatti cruciali: La BCE ha il pieno controllo su M1 (es. IOER); La BCE ha scelto di imitare gli USA post-Lehman, i quali hanno imitato il Giappone post-1990; Gli USA non hanno avuto un anno, sin dal 1955, in cui i prezzi al consumo sono scesi generalmente e sistematicamente (stesso discorso per il Giappone, nessuna deflazione dei prezzi sistematica e cumulativa); L'esperienza della Grande Depressione ebbe luogo perché vennero lasciate fallire oltre 9.000 piccole/medie banche; Lo zio Sam approvò il FDIC nel 1934; Non esiste una exit strategy credibile per permettere un abbandono del QE. I deflazionisti sostengono che la BCE non sia in grado di fermare la deflazione dei prezzi. Questa è una tesi totalmente assurda. Ha seguito le...

read more

20 – Concetto di progresso

da L'Azione Umana di Ludwig von Mises, 1949, pag. 235 Il concetto di progresso e di regresso ha senso soltanto all'interno di un sistema teleologico di pensiero. In tale schema, è ragionevole chiamare progresso l'avvicinamento allo scopo a cui si mira e regresso il...

19 – La presunzione della conoscenza

Di Friedrich von Hayek, discorso di accettazione del Premio Nobel per l'Economia, 1974 L'occasione particolare di questa conferenza, insieme al principale problema pratico che gli economisti devono affrontare oggi, ha reso la scelta del suo soggetto quasi inevitabile....

18 – Il complesso di Fourier

Da “Liberalismo” di Ludwig von Mises, 1927, pagine 42-44 Forse neanche una persona su un milione raggiunge nella vita le mete cui ha aspirato. Il successo, persino per chi è baciato dalla fortuna, è sempre di gran lunga inferiore alla realtà che gli ambiziosi sogni...

17 – L’abuso della ragione

da “L’ordine senza piano” di Lorenzo Infantino, 2011, pagine 17-18 Molte istituzioni sociali sono cioè nate inintenzionalmente, senza la progettazione di alcuno. E tuttavia l’avanzata della modernità si è sovente accompagnata a una presunzione di onnipotenza. Si è...

16 – Sull’inflazione monetaria

da "L'Azione Umana" di Ludwig von Mises, 1949 (pag. 515) L'economia non raccomanda politiche inflazionistiche o deflazionistiche. Essa non sollecita i governi a immischiarsi nella scelta che il mercato fa di un mezzo di scambio. Accerta soltanto alcune verità: 1) con...

15 – Teleologia e causalità

Da “L’Azione Umana” di Ludwig von Mises, 1949, pag. 71 L'uomo dispone di soli due principi per afferrare mentalmente la realtà: quello della teleologia e quello della causalità. Quanto non può essere ricondotto all'una o all'altra di queste categorie è assolutamente...

14 – Perchè un liberale non è un conservatore

da “Perché non sono un conservatore”, di Friedrich von Hayek, 1997, Ideazione, pagine 32-39 Prima di considerare i punti principali per cui l’atteggiamento liberale è in netta opposizione con quello conservatore, sarà bene mettere in rilievo che il liberale può aver...

13 – Politici e imprenditori

da "L'azione Umana", di Ludwig von Mises, 1949 (pagine 322-323) Il governo è un apparato di coercizione e costrizione. Esso ha il potere di ottenere obbedienza con la forza. Il sovrano politico, sia esso un autocrate o il popolo rappresentato dai suoi mandatari, è in...

Alla ricerca di una strategia libertaria per il cambiamento sociale – di Hans Hermann Hoppe

Affrontare uno scritto di Hans Hermann Hoppe provoca normalmente una reazione di disagio che si supera andando oltre la superficie e approfondendo la filosofia libertaria. Una filosofia che ha una solida e coerente base teorica, che prende atto della scarsità delle...

Il libertarismo pragmatico (e estremo) di Hans Hermann Hoppe

Le osservazioni qui contenute prendono spunto dall’articolo di Giovanni Birindelli “La deriva antiscientifica di H. H. Hoppe" (qui) scritto a commento di un recente discorso del filosofo tedesco, di cui si può trovare una traduzione al seguente link. Devo dire che...

Politica

Lavorare per il “dopo Draghi”, fare rinascere le comunità

Lavorare per il “dopo Draghi”, fare rinascere le comunità

di Carlo Lottieri (pubblicato su Nuova Costituente) Esce di scena Giuseppe Conte, venuto dal nulla e lì destinato a ritornare, ed appare Mario Draghi, da tutti presentato come la principale risorsa della Repubblica. L’Italia è abituata a vivere entro crisi di varia natura, ma stavolta si ha la sensazione che il castello di carta potrebbe crollare da un momento all’altro. Se lo sfascio del...

read more

Eventi

26

I libri non servono per sapere ma per pensare, e pensare significa sottrarsi all'adesione acritica per aprirsi alla domanda, significa interrogare le cose al di là del loro significato abituale reso stabile dalla pigrizia dell'abitudine. Umberto Galimberti, Il gioco...

27

Lo sapevate che... la parola relazione deriva dal verbo latino referre = riportare, stabilire un legame, un rapporto, un collegamento... Ci sono modi e intensità diverse di vivere le relazioni. Tutte le relazioni però richiedono ascolto e attenzione ai bisogni...

28

Nessuno, di fronte alle donne, è più arrogante, aggressivo e sdegnoso dell’uomo malsicuro della propria virilità. Simone de Beauvoir, Il secondo sesso. Professor Xby Professor X facebook pageTi piace leggere? Ti interessi di filosofia? Il Professore ti da il benvenuto...

29

«L'Italia è un paese pronto a piegarsi ai peggiori governi. È un paese dove tutto funziona male, come si sa. È un paese dove regna il disordine, il cinismo, l'incompetenza, la confusione. E tuttavia, per le strade, si sente circolare l'intelligenza, come un vivido...

30

« È curioso a vedere, che gli uomini di molto merito hanno sempre le maniere semplici, e che sempre le maniere semplici sono prese per indizio di poco valore. » Giacomo Leopardi, “Zibaldone”. (Nella foto: William Adolphe-Bouguereau.) Professor Xby Professor X facebook...

31

Impara innanzitutto a gioire, Lucillo mio. Pensi davvero che ti voglia privare di molti piaceri perché allontano i beni fortuiti e i piaceri grossolani? Non voglio che ti manchi mai la gioia. Voglio, però che ti nasca in casa, che scaturisca dall'intimo. Le altre...

Etica e democrazia: introduzione al problema

Dopo una lunga sospensione invernale, vorrei riprendere questa rubrica proponendo un ciclo di riflessioni sulla relazione tra morale e democrazia; si rifletterà su alcune caratteristiche dei sistemi democratici e si esamineranno i modi in cui essi interagiscono con le...

32

Sono stordito dal niente che mi circonda. Giacomo Leopardi, Zibaldone Professor Xby Professor X facebook pageTi piace leggere? Ti interessi di filosofia? Il Professore ti da il benvenuto nella stanza d’isolamento 103, una pagina dedicata ai libri e alla filosofia.

33

Lo sapevate che... l’epicureismo fu una delle più importanti filosofie del mondo antico. Lo scopo della filosofia epicurea era il raggiungimento della felicità. Alcuni credono erroneamente che l’epicureismo sia un invito ad abbandonarsi ai piaceri, ma per Epicuro il...

34

Educare significa dare buoni ricordi ai figli. Questi buoni ricordi, al momento opportuno, si accenderanno come lampade e illumineranno il cammino. Fedor Dostoevskij. Professor Xby Professor X facebook pageTi piace leggere? Ti interessi di filosofia? Il Professore ti...

Arte

Share This