Il debito pubblico è aumentato di 145 miliardi in sei mesi [Mazziero Research]. Sono fallite decine di migliaia di PMI e attività individuali. Costoro non verseranno più nulla al fisco. Rimane quindi la carta dell’esproprio dei conti correnti che mi aspetto avvenga in modo meno rozzo della manovra Amato. Un aumento spropositato di tasse sui consumi, che però sono già in sofferenza, e una mazzata epocale su tariffe, bollette e tasse su auto e casa. Devono fare in modo di rendere continuo nel tempo il trasferimento dei risparmi dai conti correnti alle casse del fisco. Il tutto in modalità sopravvivenza del sistema. Scordiamoci crescite economiche e inversioni di tendenza, queste sciocchezze lasciatele ai manigoldi al governo nelle interviste o nelle comparsate in tv.

La stanza del garga

by Mauro Gargaglione

Cambio le mie idee molto spesso, mi succede ogni volta che capisco qualcosa in più (Autore: me)

Mauro Gargaglione

Share This

Share This

Share this post with your friends!

%d bloggers like this: