Il piccolo Cristiano Ronaldo andava matto per il calcio ma era tutto tranne che un talento. Un giorno, uno dei tanti che rimaneva in panchina senza giocare neanche un minuto, dopo che le squadre erano uscite, rimase da solo a tirare palloni verso la porta vuota. Le lacrime rigavano il suo volto. Un signore di passaggio lo notò, entró in campo e gli disse:”Non temere, se continui ad allenarti con questa costanza, diventerai il migliore del mondo.” Poi prese il pallone, lo accarezzó, lo poggió sul terreno e disse ‘chiudi gli occhi e tira’ indicando l’altra porta, a 70 metri. Cristiano chiuse gli occhi, calció il pallone e centró perfettamente la porta, con un tiro abbastanza potente da gonfiare la rete.
Fece per girarsi, e ringraziare quel signore sconosciuto, ma il signore se n’era già andato.
Quel signore era Mario Draghi

La reazione dei mercati…

by Francesco Tedeschi

Personal Financial Advisor e studioso di economia austriaca. 

Citazioni opreferite: “Forget’abbout’it” ( Che te lo dico a fare ); “The best is yet to come – Frank Sinatra” (Il meglio deve ancora venire – Ligabbue)

Francesco Tedeschi

Share This

Share This

Share this post with your friends!