Riporta La Stampa:
“Il capo della caserma Levante di Piacenza, l’appuntato Montella, dà una festa nella villa con piscina in pieno lockdown. Passa una gazzella. E tira dritta. Anzi: quel carabiniere della centrale operativa chiama per scusarsi del disguido. E assicura copertura.”
Quindi non era un segreto.
Ma veramente si può pensare che i colleghi di altre caserme non sapessero cosa succedeva lì? Che il “capo” ha villa con piscina, moto, macchina lusso, che fa festini con escort e champagne, che spaccia, che picchia.
L’omertà nelle forze dell’ordine e peggio di quella mafiosa.
(P.S. mentre l’appuntato Montella dava festini in villa in pieno lockdown, i suoi colleghi HONESTI stavano dando la caccia con elicotteri, quod, droni, volanti a pericolosi runner in solitaria, a mamme che uscivano di casa con il proprio bambino per fargli prendere una boccata di aria, allo sventurato con il cane che osava superare i 200 mt. da casa.
Facevano rispettare le reGGGole, tanto care al popolino ammaestrato che berciava dalle finestre “vai a casaaaaaa”).

Controcorrente

by Elisabetta Scarpelli

Sono cinestetica, dismorfofobica, sociopatica, psico labile, astigmatica e a tratti ossessivo compulsiva.

Elisabetta Scarpelli

Share This

Share This

Share this post with your friends!

%d bloggers like this: