Nel nostro paese la scarsa dimestichezza con le materie scientifiche ha una importante gravissima conseguenza: l’incapacità di ragionare chiaro, di usare gli strumenti della logica.
I nostri concittadini stano paurosamente regredendo in questa capacità, al punto da confondere logica con ideologia, scienza con falsa scienza.
Il risultato? L’esposizione alla facile manipolazione da parte della politica e dei media
Avevo già scritto un post in cui affermavo che la seguente affermazione è illogica:
“Senza lock down in italia ci sarebbero stati 500.000 morti.”
In particolare avevo affermato che
1) quello che non è successo non è reale, solo quello che è successo lo è; ciò è tanto più vero se quello che non è successo non ha prevedibilità statistica
2) se è difficile valutare le conseguenze reali di una azione è quasi impossibile conoscere le conseguenze irreali di una non azione.
Al che qualcuno ha risposto così: “Quindi se io decido di non buttarmi dal quinto piano non è realistico pensare che se lo avessi fatto sarei morto?”
Questo ragionamento nasconde una mancanza di comprensione della logica.
Dire “se accade A, allora segue B”, non è la stessa cosa che dire “se non accade A, allora non accade B”. Nel caso in esame, dire “se mi butto, muoio”, non è equivalente a dire “se non mi butto, mi salvo”. Potrei morie lo stesso, magari di malattia, oppure potrei morire lo stesso di caduta, qualora fosse un altro a spingermi.
La logica è importante a individuare i nessi di causa ed effetto tra eventi. Nella realtà poi tali nessi causali difficilmente sono deterministici, quasi sempre sono solo probabilistici. Spesso poi tali nessi non esistono proprio, ma siamo noi che pensiamo che esistano e vediamo dipendenze in eventi che si verificano insieme anche se essi sono totalmente indipendenti. A volte addirittura si confonde la causa con l’effetto.
Alla persona che ha fatto l’esempio del salto dal quinto piano ho replicato che: 1.c’è una relazione di causa effetto praticamente certa tra buttarsi dal quinto piano e morire. Buttarsi determina la morte. Per cui sarebbe come dire che se non mi butto ho “salvato” la mia vita. Al contrario quello che si può dire è che se mi butto mi uccido. Un parallelo con la situazione covid sarebbe tra “iniettarsi il covid” e poi “morire di covid” , e sarebbe comunque un parallelo sbagliato perche in questo caso la relazione di causa effetto sarebbe probabilistica con una probabilità vicina all’1%. La frase sarebbe comunque grottesca. “Se non mi inietto il covid, mi salvo la vita per morte da covid.”
2. In questo caso l’azione viene fatta per evitare un evento, non per determinarlo. Per potersi attribuire un merito specifico in questa situazione devono esserci due condizioni concomitanti a) l’evento nefasto è ragionevolmente certo. Ad es. Si sono fermati i motori dell’aereo e se non faccio nulla c’è una probabilità altissima che moriranno tutti i 200 passeggeri. b) la mia reazione ha una relazione di causa effetto certa nell’evitare l’esito. Ad esempio “eseguo una procedura di emergenza per riaccendere i motori”. Tale relazione non ci sarebbe se ad esempio la mia reazione fosse stata quella di “rassicurare i passeggeri”.
Se esistono contemporaneamente le condizioni a) e b), posso dire che la mia azione evita un risultato nefasto. Nell’esempio, posso dire che “poiché ho effettuato una procedura di emergenza che ha fatto riaccendere i motori, ho salvato 200 persone (che altrimenti sarebbero senz’altro morte) “. Nella stessa situazione non posso invece dire che “poiché ho rassicurato i passeggeri e l’aereo è riuscito ad atterrare perché i motori si sono riaccesi da soli, ho salvato 400 persone (le 200 a bordo che non sono morte più altre 200 che presumibilmente sarebbero morte a terra per lo schianto.
Non lo posso dire perché non c’è la condizione a), la non accensione dei motori non determina con certezza la morte di 400 persone, caso mai di 200. E non c’è la condizione b); il mio rassicurare le persone non ha una relazione di causa effetto con la riaccensione dei motori.
Dire “senza il lock down ho salvato 500mila persone” è pertanto senza senso, perché non sussiste la condizione a), la morte di 500mila persone in caso di mia inazione non è un evento certo. E non sussiste la condizione b), il lock down non ha una relazione diretta e certa con l’evitare l’evento nefasto paventato.
A questa spiegazione mi sono sentito rispondere “ideologia portami via. Supercazzola degna di Tognazzi.”
Ecco, questa mancanza di pensiero razionale è una dei grandi problemi attuali del nostro paese.

Enemy of the State

di Aurelio Mustacciuoli

Di fronte agli eventi americani

Trump non è il mio idolo e neanche il presidente del paese dove vivo. Ma l'America è l'ultimo baluardo di libertà e il modo con cui sono state gestite queste elezioni e l'informazione globale mette seriamente in discussione il fatto che lo sia ancora. Da osservatore...

Pantelleria Free Land Project

Il Free State Project (FSP) è un movimento politico migratorio americano fondato nel 2001 per reclutare almeno 20.000 libertari per trasferirsi in un unico stato a bassa popolazione (New Hampshire, selezionato nel 2003) al fine di rendere lo stato una roccaforte delle...

Siete pronti a entrare in black mirror?

In Cina stanno implementando un sistema di controllo globale, come in un episodio di black mirror. Il governo traccia ogni attività svolta, ogni comportamento, ogni pensiero espresso e attribuisce un punteggio per ciascuno di essi, il risultato è un numero che esprime...

La società anti-etica

Una delle più brutte frasi che ho sentito in questi mesi è stata quella del nostro presidente Mattarella quando ha affermato che "l'individualismo è un killer peggiore del virus". Viviamo tempi pericolosi in cui l'individuo è sotto attacco ed è opinione comune che...

Quale delle due? O entrambe?

Come dice molto bene Fabio Massimo Nicosia "il governo si trova in conflitto di interessi, perché, da un lato, ha bisogno di un numero alto di morti, sia per giustificare misure repressive, sia per piangere soldi con la Ue, e allora adotta trucchetti come mettere nei...

Ben venga il distanziamento sociale

Il rapporto censis sulla società italiana al 2020 è sconfortante. Vi consiglio di leggerlo (disponibile nella sezione download). Emerge la fotografia di un paese che sta per avvitarsi nella crisi economica e sociale propria dei paesi socialisti. Un paese con mille...

La più grande rapina della storia

Un superdirettore generale, sei manager, trecento consulenti, il governo sta approntando la sua banda di predoni per la più grande rapina della storia. Sì, perché accedere ai miliardi del cosiddeto Recovery Fund non fa altro che aumentare il debito pubblico di un...

Un giorno della memoria

Dovremmo instaurare un giorno della memoria per questa fine decade. Per non dimenticare. Un governo operoso di novelli aruspici che studiando i grafici con l' R e i morti del giorno discute animatamente se la messa di natale deve essere anticipata alle 22 e se al...

Lo strano caso delle scarpette buffe di Lidl

La prima impressione che ho avuto leggendo della calca per comprare queste scarpe a 14 € da Lidl è che la quantità di imbecilli è sempre sottovalutata. Poi riflettendoci ho colto la positività del fenomeno. Si tratta di un tentativo di speculazione imprenditoriale....

Mentono tutti

L'Italia affronta la pandemia con le stesse TI di marzo ma poteva il Corriere della Morte evitare di buttare un po' di merda addosso alla Svezia? No certo. La Svezia è colpevole di essere un paese che ha preferito dare indicazioni di comportamento senza...

Share This

Share This

Share this post with your friends!