Lancio una proposta, soprattutto alle anime belle con il culo al caldo che incitano ad una nuova chiusura “per il bene e la salute di tutti”: se ci sarà un nuovo lockdown si portino tutti i cittadini sullo stesso livello, chi rimane a casa non prende lo stipendio come d’altronde non lo prende il negoziante, la P.I. , il professionista, l’artigiano, l’imprenditore.
Facciamo che i lavoratori pubblici se stanno a casa non hanno lo stipendio e possono essere licenziati esattamente come i lavoratori del privato.
Si portino tutti ad un unico livello e si blocchino i pagamenti per tutti, dato che molti sono costretti a chiudere le loro attività, quindi non possono pagare le tasse per stipendiare chi VORREBBE rimanere a casa per non lavorare.

Controcorrente

by Elisabetta Scarpelli

Sono cinestetica, dismorfofobica, sociopatica, psico labile, astigmatica e a tratti ossessivo compulsiva.

Elisabetta Scarpelli

Share This

Share This

Share this post with your friends!

%d bloggers like this: