Farò della mia anima uno scrigno

per la tua anima,

del mio cuore una dimora

per la tua bellezza,

del mio petto un sepolcro

per le tue pene.

Ti amerò come le praterie amano la primavera,

e vivrò in te la vita di un fiore

sotto i raggi del sole.

Canterò il tuo nome come la valle

canta l’eco delle campane;

ascolterò il linguaggio della tua anima

come la spiaggia ascolta

la storia delle onde.

Khalil Gibran.

Professor X

by Professor X facebook page

Per il corpo ammalato occorre il medico, per l’anima, l’amico: la parola affettuosa sa curare il...

read more

Niente è tanto insopportabile per l’uomo come il rimanere in un riposo assoluto, senza passione,...

read more

Lo sapevate che... la parola scuola deriva dal latino schola che deriva a sua volta dal greco...

read more

L’uomo prevaricatore, dominatore, despota, che non attribuisce valore al femminile, si lascia...

read more

Il fatto è che siamo sempre pronti a disprezzare quello che non capiamo; è un modo comodo per...

read more

Ogni ostacolo sormontato segna un accrescimento della nostra volontà, produce il rinnovamento...

read more

« Vorrei persuadere voi, giovani e vecchi, che non del corpo dovete aver cura né delle ricchezze...

read more

Per il corpo ammalato occorre il medico, per l’anima, l’amico: la parola affettuosa sa curare il...

read more

Incredibile come il dolore dell’anima non venga capito. Se ti becchi una pallottola o una...

read more

Ti piace leggere? Ti interessi di filosofia? Il Professore ti da il benvenuto nella stanza d’isolamento 103, una pagina dedicata ai libri e alla filosofia.

Professor X

Dall'omonima pagina facebook

Share This

Share This

Share this post with your friends!

%d bloggers like this: