Tutti gli Articoli

Manifesto per una rinascita radicale

Manifesto per una rinascita radicale

In questi ultimi due anni abbiamo verificato sulla nostra pelle i rischi che corre una democrazia quando lo statalismo diventa cultura dominante e non ci sono anticorpi libertari che possano contrastarlo. La mancanza di un'etica della libertà sta condannando questo paese ad un futuro di miseria e di libertà civili violate. Nessun partito ha cercate di limitare la deriva liberticida che ha visto...

read more

30 – Recessione inflazionistica e teoria austriaca

da "La Grande Depressione" di Murray N. Rothbard, 1963, Introduzione alla seconda edizione (1971), pag.17-19 Una caratteristica dell'attuale recessione, che è stata particolarmente spiacevole e sorprendente, sta nel fatto che, durante il suo decorso, i prezzi dei beni di consumo hanno considerevolmente continuato ad aumentare. Nel ciclo classico, i prezzi scendono durante le recessioni o...

read more

Lettera a un giovane libertario

Stai preparando un tuo intervento nel quale racconterai che  tutti i coronavirus sono mutanti e quindi il vaccino nel migliore dei casi è perfettamente inutile e altre amenità imparate in questa grande scuola di vita che è Facebook. Nella nera notte nella quale tutte le camicie sono nere sento il bisogno di darti un paio di consigli, il primo dei quali è di dire la verità, perché senza verità...

read more

29 – L’uomo comune

da L'Azione Umana" di Ludwig von Mises, 1949, pag. 91 Eredità e ambiente dirigono le azioni dell'uomo. Gli suggeriscono sia i fini, sia i mezzi. Egli non vive semplicemente come uomo in abstracto; vive come figlio della sua famiglia, della sua razza, del suo popolo e della sua età; come cittadino del suo paese; come membro di un determinato gruppo sociale; come membro di certe professioni; come...

read more

Assenza completa di libertà

di Stefano Magni.   L'assenza completa dell'idea di libertà porta a pensare che tutto ciò che fa bene debba essere reso obbligatorio, mentre ciò che fa male debba essere vietato. Lo Stato, insomma, è investito del ruolo di farci crescere bene, dalla culla alla tomba. Contro il secondo concetto (ciò che fa male deve essere vietato) si battono da decenni gli antiproibizionisti. Il primo concetto...

read more

Vacche pezzate e filosofi alla mentuccia

La notte è nera e, sebbene le vacche non siano nere né brune ma pezzate e il cioccolato sia al latte, nella nera notte non si vede nulla. Si sentono però i campanacci a rassicurarci che la democrazia è ben viva e solida.Non siamo qui a coccolare i gatti. I filosofi alla mentuccia saranno ben felici, allora, che il popolo abbia parlato. Che, con voce ferma e sonora abbia chiesto il grinpas...

read more

Filosofi mentecatti

o alla mentuccia, perché mentono. Nera è la notte quando la luce della ragione è in mano a filosofi alla menta piperita e quando la menzogna non si distingue dalla sciatteria e la sciatteria dall'indolenza.Nera è la notte e le vacche non sono né bianche né nere, ché almeno sbattendoci contro se ne paleserebbe la presenza, ma proprio non ci sono. Le idee mancano, sostituite dalle balle.Il gatto...

read more

Il dado è tratto

Il portavoce del governo (Sarzanini sul Corriere) dà per scontata una stretta illiberale sui non vaccinati per costringerli a vaccinarsi. Stretta invocata ormai dai governatori delle regioni (la maggior parte di matrice di centrodestra, tanto per marcare l'inesistente rapporto tra il centrodestra di oggi - del centrosinistra già sappiamo - e i principi liberali) che guardano ammirati all'esempio...

read more

Si ciurla nel manico

Nella notte nera, cupa e ruggente, (la vacche sono tutte nere e non si vede una benamata fava) tocca andare solitari, a tentoni e, quando si è fortunati, guidati da una fioca stella. Ma si va, in compagnia del gatto non morto e non vivo. Ma qualcuno è morto, per noi, qualcuno di cui ci fidavamo e ci ha deluso e che ci tocca salutare. O meglio, insalutati se ne vanno i filosofi che ci stanno...

read more

Non è bene ciò che è comune, è bene ciò che è bene

Mi colpisce sempre e mi fa arrabbiare il modo opportunista di ragionare di sedicenti liberali che tendono a giustificare l'imposizione di interventi autoritari che loro ritengono giusti, ma che sono al contempo lesivi del diritto individuale a non essere aggrediti. Le giustificazioni possono essere molte: perché c'è una emergenza, perché è pragmatico, perché è utile, per evitare comportamenti...

read more

Sermone domenicale

Nella notte nella quale la vacche sono tutte nere, ma nere proprio, non può mancare la miseria della filosofia. Nella scatola dove il gatto non si sa se è morto o se è vivo, se la apriamo, vediamo che qualcosa è morto di certo ed è l'idea di libertà.Da cosa si deduce? da questo, che a correre dietro a scempiaggini senza senso si dimostra di aver perso la bussola e di non sapere nemmeno dov'è la...

read more

L’Italia è liberista?

di Pietro Agriesti.   Leggo molti usare il termine neoliberismo per l'Italia.   Il liberismo è come ci insegna Mises rispetto dei diritti di proprietà, libero scambio, libero mercato e libera concorrenza. Per quanto ci si metta davanti neo, non si potrà intendere con neoliberismo l'esatto opposto di liberismo voglio sperare.   Allora dobbiamo chiederci: l'Italia è liberista? O è per lo meno...

read more

Dalle piazze free vax un’alleanza contro il regime

di Carlo Lottieri   C’è un altro punto, da considerare. Oltre che composite sul piano ideologico, le piazze sono naturalmente locali. Non c’è un unico movimento contro il vaccino di Stato e contro l’emergenzialismo giustificato dal Covid-19: ce n’è uno per città. Esistono collegamenti, senza dubbio, ma è probabile che le varie realtà ambiscano anche in futuro a gestirsi in maniera molto...

read more

Lettera di un Medico Ignoto

Dati i tempi che stiamo vivendo, i miei studi universitari di medicina finiscono piano piano per riaffiorare, e le vecchie conoscenze si rafforzano di nuovi, per me inediti contenuti, che mi portano a conclusioni che forse vale la pena condividere, nella speranza che possano contribuire in qualche modo a portare un po' di chiarezza in un discorso estremamente ricco, ma troppo spesso caotico e...

read more
Una società matura o una società impaurita

Una società matura o una società impaurita

Alla domanda "perché si fa tutto questo?". La risposta di chi pensa di essere nel giusto è "Lo si fa perché è necessario". Supponiamo lo sia (ma non lo è, è evidentemente una delle scelte possibili); si tratta pur sempre di drastiche riduzioni di libertà civili ed economiche. Dovrebbe esserci la massima attenzione a far percepire queste misure come temporanee, a scusarsi con la popolazione per...

read more

28 – Monetarismo e Scuola Austriaca

da "La Grande Depressione", 1963, di Murray N. Rothbard, Introduzione alla seconda edizione, 1971, pag. 19-20   Assieme alla rinnovata enfasi sul ciclo economico, la fine degli anni 60 ha visto emergere la scuola monetarista di Chicago, capeggiata da Milton Friedman, che si pone come alternativa alla keynesiana politica fiscale compensatoria. L'approccio di Chicago fornisce un benvenuto ritorno...

read more

27 – Società di ceto e capitalismo

da "La mentalità anticapitalistica", di Ludwig von Mises, 1956, pag. 26-28 È abbastanza usuale paragonare gli imprenditori ed i capitalisti dell'economia di mercato agli aristocratici di una società di ceto. Alla base del paragone, vi sono le ricchezze comuni ad entrambi i gruppi, contro le condizioni relativamente precarie degli altri uomini. Ricorrendo a questa metafora, non si riesce però a...

read more

26 – Una “società commerciale” può sopravvivere ?

UNA "SOCIETÀ COMMERCIALE" PUÒ SOPRAVVIVERE? da "L'ordine senza piano" di Lorenzo Infantino, 2011, pag.34-35 Occorre capire, aggiunge Mandeville, che "chiunque abbia qualche amor proprio terrà in debito conto la propria reputazione. Se sa di correre grossi rischi di essere scoperto e non è sicuro di poter rimanere impunito, pure un uomo privo di saldi principi eviterà di rubare". Anche se...

read more
36

36

Lo sapevate che... la parola obbedienza deriva dal latino ob= dinnanzi e dal verbo audire= ascoltare. Obbedire significa letteralmente ascoltare chi sta dinnanzi, in altri termini, prestare ascolto. Tenendo conto di quest’etimologia, la vera obbedienza non nasce dalla paura, dal conformismo o da un atteggiamento servile, "da lecchini", bensì obbedire significa prestare ascolto, tenere in...

read more
1

1

Noi viviamo seguendo l'esempio altrui e, invece di regolarci secondo ragione, ci lasciamo trascinare dalla consuetudine. Se fossero pochi a fare una cosa, noi non avremmo voglia di imitarli; ma una volta che s'è generalizzata una moda, la seguiamo, nella convinzione che una cosa diventi onorevole se è fatta da molte persone. Così per noi l'errore prende il posto dell'azione retta quando è...

read more
2

2

Nella misura in cui l'amore cresce in te, cresce anche la tua bellezza, poiché l'amore è la bellezza dell'anima. Sant'Agostino. (Nella foto: Sandro Botticelli, Nascita di Venere, dettaglio.) Professor Xby Professor X facebook pageTi piace leggere? Ti interessi di filosofia? Il Professore ti da il benvenuto nella stanza d’isolamento 103, una pagina dedicata ai libri e alla filosofia.

read more
3

3

La gente non si accontenta di guadagnare quanto basta per vivere e mantenere la famiglia, di avere un lavoro e di eseguirlo in modo onesto e coscienzioso... no, vuole di più. Vuole esprimere le proprie idee, e realizzare progetti. Gli uomini non desiderano soltanto un’occupazione mediante la quale guadagnarsi da vivere, ma la possibilità di seguire la propria vocazione. Altrimenti l’esistenza...

read more
4

4

Non temete gli uomini e non abbiate paura del domani. Non pensate mai di essere soli o deboli. Il solo nemico che dovete temere siete voi stessi. La paura e la sfiducia nel futuro sono le madri funeste di tutti i fallimenti, e attraggono le cattive influenze e con esse il disastro. Se studiate con attenzione le persone di buona fortuna, vedrete che, intuitivamente, esse osservano gran parte...

read more
Share This