Qualche giorno fa, cambiando distrattamente canale, becco Dietlinde Gruber che incalza Salvini sull’astensione leghista su una mozione anti Lucashenko.
Il massimo dell’ipocrisia.
Dietlinde, anche se dimostra 30 anni, non è una di quei patatissimi pidioti nati dopo il 1989. E’ abbastanza milf da essere stata orgoglionamente comunista, quando si chiamavano comunisti, non se ne vergognavano, e prendevano ordini dall’Unione Sovietica, quella vera.
La Bielorussia, degli stati nati dalla dissoluzione dell’URSS, è l’unico formalmente comunista, l’ultimo paradiso dei lavoratori, come Dietlinde e i suoi compari chiamavano l’URSS.
Vedere Dietlinde rompere il cazzo a Salvini sulla Bielorussia è una cosa di un paradossale incredibile.
E dimostra che l’unico problema che hanno gli attuali pidioti con gli stati dell’ex unione sovietica e gli ex paesi satelliti (Polonia, Ungheria e co.) è che non mandano più le sold al PCI PDS DS PD MPS.
Scusate ma un bel vaccino contro la memoria corta Bill Gates non ce l’ha?

Nella foto Dietlinde in una pausa di lavoro.

La reazione dei mercati…

by Francesco Tedeschi

Personal Financial Advisor e studioso di economia austriaca. 

Citazioni opreferite: “Forget’abbout’it” ( Che te lo dico a fare ); “The best is yet to come – Frank Sinatra” (Il meglio deve ancora venire – Ligabbue)

Francesco Tedeschi

Share This

Share This

Share this post with your friends!

%d bloggers like this: