Quanto scritto di seguito è una doccia fredda. Non ti piacerà, ma è la realtà in cui vivi. Immaginalo come la pillola rossa che ti fa risvegliare e ti può salvare la vita.
Sono otto punti, iniziamo.

1. In Italia c’è una guerra civile. È già in atto da tempo ma forse ancora non te ne sei accorto. Adesso però sta per diventare violenta e visibile, e tutti presto se ne accorgeranno.

2. Come si fa a sapere che diventerà violenta? Ci sono parametri oggettivi che lo indicano: rapporto spesa/pil, debito pubblico, spesa pubblica, livello di tassazione, deficit bilancio, numero di impiegati pubblici,.. Ogni volta che cresce uno dei predetti parametri, si fa un passo in avanti verso una guerra civile violenta. Negli ultimi vent’anni sono sempre tutti cresciuti, ora, grazie anche alla crisi economica determinata dalle azioni di questo governo, siamo a un punto in cui la guerra sta per diventare visibile e violenta.

3. Quali sono le fazioni in guerra? Sono due: gli aggressori e gli aggrediti. La guerra è portata avanti dagli aggressori che hanno un solo obiettivo: rapinare, ridurre in schiavitù e uccidere gli aggrediti.

4. Tu sei in una delle due fazioni. Non puoi scegliere. Appartieni già a una di esse. Forse ancora non hai capito a quale fazione appartieni, ma è meglio che lo capisci in fretta, soprattutto se sei un aggredito, perché altrimenti potresti essere una delle prime vittime di guerra. Come ci sei finito dentro? Le scelte passate, il caso, la famiglia. Non importa, non puoi più farci niente. O sei o un aggressore o sei un aggredito, come dire o sei cow boy con il cappello bianco o sei cow boy con il cappello nero, o sei giubba blu o sei indiano, o sei schiavista o sei schiavo.

5. Come fai a capire in quale fazione sei? Per fortuna è abbastanza facile. Ecco un questionario di autovalutazione per capirlo.

A) sei un pagatore “reale” di tasse? Per esserlo basta essere un lavoratore che appartiene a una delle seguenti categorie (a intensità di appartenenza decrescente) :
– lavoratore autonomo: commerciante, professionista, imprenditore, in generale partita iva o titolare di impresa srl, snc,..;
– dipendente di azienda privata senza rapporti con lo stato;
– dipendente di azienda privata collusa con lo stato o da esso dipendente (ad es. titolare di conceasioni, licenze,..).
Se ancora non è chiaro ti può venire in aiuto il covid; se durante il forzato lockdown non percepivi stipendio o il tuo stipendio era a forte rischio, beh, sei un pagatore reale di tasse.

B) Hai accumulato risparmi sotto forma di asset mobiliari o immobiliari o contante? I risparmi possono essere frutto del tuo lavoro o ricevuti in eredità in quanto frutto del lavoro dei tuoi genitori. Per semplicità diciamo che appartieni a questa categoria se possiedi asset per un valore cumulato superiore a 100.000 euro.

C) Sei un giovane che non ha ancora avuto accesso al mondo del lavoro? Uno studente di ogni grado o un neodiplomato o laureato in cerca di lavoro o in lavoro precario.

D) sei un pensionato appartenente alla categoria A dei pagatori reali di tasse?

Se hai risposto SI ad una delle domande precedenti sei un aggredito (se hai risposto SI a più di una domanda, rischi di essere una delle prime vittime).
Altrimenti sei un aggressore.
Per essere chiari gli aggressori vogliono rapinare e rendere schiavi A, rapinare i risparmi di B, rapinare il futuro di C e rapinare e uccidere D.
Non farti ingannare dalla loro faccia buona o dai loro modi, sono disposti a uccidere per questo.

6. Adesso che hai capito da che parte stai, devi comprendere come funziona la guerra.
Gli aggressori non sono tutti necessariamente cattivi. Hanno tanti interessi e in generale difendono cause che sembrano ragionevoli: la salute, il clima, la solidarietà. Vogliono abolire l’odio, la discriminazione, il razzismo. Vogliono l’uguaglianza, un welfare potente. Sono favorevoli all’immigrazione. Proteggono le diversità. Tutte cause a cui potrebbe aderire anche chiunque appartenga alla categoria degli aggrediti. Ma deve essere chiaro, restano aggressori e il loro scopo ultimo, al di là di tutte le cause nobili, resta uno solo, quello di ridurre in schiavitù, rapinare o uccidere gli aggrediti. È bene che gli aggrediti se lo ficchino in testa.
Perché questa cosa è importante? Perché aggressori e aggrediti eleggono rappresentanti politici (appartenenti a partiti) che fanno i loro interessi, e questi formano maggioranze che eleggono i governi. Le maggioranze politiche e i governi hanno accesso a due armi fondamentali per condurre la guerra: l’arma legislativa; possono fare leggi che colpiscono selettivamente una delle due fazioni; l’arma militare, possono indirizzare persone armate ad aggredire o a fermare gli aggressori.

7. Ora che hai capito come funziona, un bagno di realtà. Ti deve essere chiaro che:
A) tutti i partiti politici attuali fanno gli interessi prevalentemente degli aggressori;
B) l’attuale maggioranza politica e il governo sono totalmente dalla parte degli aggressori;
C) se voti un qualsiasi partito politico stai aiutando gli aggressori. Sia chiaro, questo vale per TUTTI gli attuali partiti politici ovviamente alcuni sono più dannosi di altri. I più dannosi sono PD (e tutti i partiti di sinistra) e 5stelle. Ma anche tutti gli altri, è importante ribadirlo, pur con diverse priorità, combattono per far vincere gli aggressori.

8. Se sei un aggredito cosa puoi fare? Puoi fare solo quattro cose:
A) arrenderti; ma ricorda gli aggressori non fanno prigionieri o ti rendono schiavo, o ti rapinano, o ti uccidono (e le cose possono avvenire tutte in sequenza);
B) scappare; ma per farlo devi vendere tutti gli asset e trasferirti all’estero, oppure vendere tutti gli asset e convertirli in bitcoin (ma oggi è dura lavorare e vivere solo con i bitcoin);
C) passare al nemico diventando aggressore; ad esempio trovando un qualsiasi lavoro nel settore pubblico. Ma non è detto che tu possa farlo o ti senta eticamente di farlo adesso che sai come stanno le cose; 
D) combattere; appoggiando un movimento o una forza politica che stia dalla tua parte e combatta solo per gli aggrediti. Oggi c’è una sola forza che ha questo obiettivo. Anzi che ha questo unico obiettivo, in quanto non si occupa di alcuna causa bella, quelle che piacciono tanto agli aggressori. Il suo unico obiettivo è ridurre la spesa pubblica, ovvero ridurre gli spazi entro cui si formano e prosperano gli aggressori, difendendo così gli aggrediti dagli aggressori. Questa forza si chiama FORZA GUARDIANA. Se sei un aggredito e vuoi salvarti la vita, faresti bene ad appoggiarla.

Editoriali

by Autori Vari

Gli editorialisti di Lib+ sono persone libere e indipendenti che contribuiscono volontariamente con articoli e saggi.

Autori Vari

Share This

Share This

Share this post with your friends!